top of page

Alla scoperta di AGL Aste Immobiliari, un affare italiano.

Intervista a Massimo Imparato, Fondatore e Amministratore Delegato


Siamo andati a conoscere Massimo Imparato, amministratore delegato di AGL Aste Immobiliari, per scoprire i segreti del successo di questa giovane e dinamica azienda.

Ma prima un breve excursus sulla storia di AGL che ha avuto inizio nel gennaio del 2018, con l’apertura del primo punto vendita a Brescia, con l’obiettivo ambizioso (ma chiaro fin da subito) di rivoluzionare il settore delle aste immobiliari, storicamente caratterizzato da complessità e diverse problematiche che scoraggiavano lo sviluppo e la crescita di questo mercato. Con l’intuizione di Massimo Imparato, che ha visto nella carenza di appropriati servizi di consulenza e di assistenza, nella complessità burocratica, nella lentezza dei processi e nell’insufficiente trasparenza del settore, la grande opportunità di affacciarsi in questo mercato e grazie al modello di business vincente e all’impegno dei suoi fondatori, in breve tempo, AGL Aste Immobiliari ha iniziato a espandersi e ad oggi vanta la presenza di poco meno di 160 uffici in tutta Italia e l’apertura di ulteriori 30 punti vendita in Spagna, consolidando così la sua presenza anche nel mercato internazionale. Il successo di AGL è dovuto anche alla capacità di differenziarsi nel settore. L’azienda offre ai suoi partner un metodo di lavoro collaudato e vincente, unito ad una formazione continua e puntuale, nonché un marketing innovativo e mirato. Grazie a queste strategie, gli affiliati di AGL Aste Immobiliari hanno potuto crescere professionalmente ed incrementare il loro business. Lato cliente, invece, AGL si è distinta attraverso l’utilizzo di un software di proprietà, unico nel suo genere, che automatizza la ricerca dell’immobile in base alle specifiche richieste ed invia direttamente le proposte immobiliari sul suo smartphone. Questo strumento permette di offrire un servizio altamente personalizzato e di rispondere in modo efficiente alle esigenze dei clienti, garantendo loro un’esperienza di acquisto che ad oggi non ha pari nel mondo delle aste giudiziarie.

Massimo, raccontaci brevemente la fase di startup di AGL Aste Im- mobiliari. Massimo Imparato (MI): Abbiamo iniziato come una piccola startup nel settore delle aste, con l’idea di offrire un’alta professionalità e tutela a tutte quelle persone che desideravano compare casa a “forte sconto”. Ho ancora chiaro il ricordo della fase iniziale, che è stata caratterizzata fin da subito da grande passione, tanta energia e un forte spirito imprenditoriale e di sacrificio.

Quali sono state le prime difficoltà incontrate nella fase di start-up? MI: Sicuramente, una delle principali difficoltà è stata quella di iniziare a farci conoscere sul mercato, in un settore già molto affollato e ricolmo di pregiudizi che bloccavano nelle persone la voglia di acquisto. Un’ulteriore problematica da non sottovalutare è il tasso di turnover tra i collaboratori, sopratutto durante la fase iniziale dell’impresa, quando l’azienda non aveva ancora raggiunto lo sviluppo e il riconoscimento di leader del settore che oggi detiene, poiché in assenza di un’organizzazione solida e affermata alle spalle, essi tendevano a esplorare altre opportunità piuttosto che perseguire una visione a lungo termine.

Quanto sono stati importanti i soci nella fase iniziale? MI: L’aver coinvolto le persone giuste in questa nuova attività si è rivelata una scelta fondamentale soprattutto per l’aver affrontato le fasi iniziali con una visione a volte differente, ma sicuramente più ampia e condivisa. Ognuno di loro ha contribuito con competenze diverse e complementari, permettendoci di coprire tutti gli aspetti del business e di crescere in modo equilibrato.

Come avete scelto e gestito i vostri collaboratori? MI: Come evidenziavo prima una delle principali difficoltà che chiunque avvii una nuova realtà imprenditoriale deve saper affrontare, è la scelta dei giusti collaboratori, perché questi dovranno diventare parte integrante dei processi lavorativi e dei valori che l’azienda vuole trasmettere. Abbiamo cercato persone competenti, motivate e con una visione condivisa. La gestione del personale, da sempre, è basata sulla fiducia reciproca, sulla valorizzazione delle competenze e sulla promozione del lavoro di squadra.

Come avete gestito i flussi di lavoro all’interno dell’azienda? MI: In AGL abbiamo adottato un approccio flessibile e orientato all’efficienza, con una divisione dei compiti chiara e una comunicazione costante tra i vari reparti. Nella nostra azienda, ogni collaboratore, pur avendo un ruolo ben definito e delle mansioni specifiche ad esso collegate, possiede anche una conoscenza generale delle attività svolte dai suoi colleghi. Questo approccio olistico ci ha permesso di creare un ambiente di lavoro estremamente unito e collaborativo, in cui i membri del team si integrano e si completano a vicenda in ogni ruolo. Grazie a questa filosofia, l’azienda è in grado di affrontare con successo eventuali assenze o imprevisti, poi- ché ogni membro della squadra è in grado di coprire temporaneamente le mansioni di un collega assente, garantendo la continuità delle operazioni e la massima efficienza nella gestione dei progetti. Inoltre, abbiamo implementato strumenti tecnologici per monitorare e ottimizzare i processi interni.


Quanto è stato importante il vostro metodo di lavoro ed il marketing innovativo? MI: Essenziale! Un metodo di lavoro efficiente ci ha permesso di rispondere rapidamente alle esigenze dei clienti, mentre un marketing innovativo ci ha aiutato a differenziarci dai concorrenti e a farci conoscere sul mercato.

Come avete gestito la fase di espansione dell’azienda? MI: Nonostante la nostra crescita aziendale sia stata esponenziale, siamo riusciti a gestire il tutto senza spaventarci, anzi, grazie all’atteggiamento propositivo che ci contraddistingue, abbiamo colto in questa rapida e inaspettata crescita l’opportunità per rendere il nostro metodo scalabile. In breve tempo, infatti, abbiamo saputo modulare il nostro core business, dando l’opportunità ad altri imprenditori di aprire nuovi uffici a marchio AGL. Questa scelta strategica ci ha permesso di ampliare la nostra presenza sul territorio e di offrire servizi sempre più capillari ai nostri clienti, consolidando la nostra posizione nel settore e confermando la validità del nostro modello.

Avete vissuto momenti complicati e, se sì, come avete affrontato le difficoltà incontrate lungo il percorso? MI: Ogni attività imprenditoriale, inevitabilmente, è caratterizzata da fasi difficili e momenti di incertezza che mettono alla prova la tenacia e la capacità di adattamento di chiunque fa parte dell’azienda. Affrontare queste sfide richiede determinazione, resilienza e una visione strategica chiara. Per superare tali ostacoli, è fondamentale identificare le cause dei problemi e valutare le possibili soluzioni con un approccio analitico e razionale. Inol- tre, è importante mantenere una comunicazione aperta e costante con il gruppo ed i nostri partner, condividendo con loro le difficoltà incontrate e le strategie adottate per superarle. In tal modo, si crea un clima di fiducia e collaborazione che favorisce la condivisione delle idee e la ricerca di soluzioni congiunte. Infine, è essenziale non lasciarsi abbattere dagli ostacoli, ma considerarli come opportunità di apprendimento e crescita, che per- mettono di rafforzare l’azienda e di renderla più competitiva e preparata ad affrontare le sfide future.

Parli spesso di motivazione imprenditoriale, quanto è stata importante per te? MI: La motivazione imprenditoriale è stata per me di fondamentale impor- tanza nel percorso di crescita e sviluppo della mia attività. Essa rappresenta il motore che ha alimentato il mio desiderio di raggiungere gli obiettivi prefissati, di affrontare le difficoltà e di superare gli ostacoli che si sono presentati lungo il cammino. La passione per il mio lavoro e la convinzione di poter fare la differenza nel mio settore di competenza mi hanno spinto a dare il massimo ogni giorno, a cercare continuamente nuove opportunità e ad investire tempo ed energie nella formazione personale e professionale. Inoltre, la motivazione imprenditoriale mi ha permesso di trasmettere entusiasmo e positività al mio team, creando un ambiente di lavoro stimolante e propositivo, in cui ognuno è coinvolto e si sente parte integrante del successo dell’azienda. Senza quella passione e quella voglia di fare la differenza, non saremmo mai riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati.

Per concludere, cosa ritieni ancora fondamentale per la tua azienda, dalla sua fondazione ad oggi? MI: Ritengo che un aspetto fondamentale per AGL sia la fidelizzazione del cliente. Questo elemento rappresenta una costante importante nella nostra filosofia aziendale, poiché siamo convinti che un cliente soddisfatto sia il miglior ambasciatore del nostro marchio e della qualità dei nostri servizi. Per raggiungere questo obiettivo, puntiamo su un approccio basato sull’ascolto attivo delle esigenze dei nostri clienti, sulla personalizzazione dell’offerta e sulla costruzione di relazioni durature basate sulla fiducia e sulla trasparenza. Inoltre, investiamo costantemente nella ricerca di soluzioni innovative che ci permettano di migliorare la nostra offerta e di anticipare le tendenze del mercato. Grazie a questa strategia, siamo riusciti a costruire nel tempo una solida reputazione ed a fidelizzare un numero crescente di clienti, che continuano a sceglierci e a consigliarci ad amici e conoscenti, contribuendo in maniera significativa al successo e alla crescita della nostra azienda.

Determinazione, passione, innovazione e attenzione al cliente sono le parole d’ordine di questa azienda, che si è saputa imporre su un mercato competitivo grazie alla qualità dei servizi offerti e alla visione imprenditoriale del suo fondatore.

351 visualizzazioni

Comments


bottom of page